Colesterolo

Colesterolo

Il colesterolo appartiene alla famiglia dei lipidi, o grassi, è uno dei componenti della membrana cellulare e si trova nel sangue e in tutti i tessuti. Sebbene sia essenziale per costruire cellule sane in quantità fisiologiche, quando i livelli circolanti sono alti, è uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiache. Infatti, l’eccesso di colesterolo può portare alla formazione di depositi di grasso nei vasi sanguigni, noti anche come placche aterosclerotiche. Questi, a loro volta, contribuiscono al restringimento del lume e provocano infarti e ictus a causa di un’ostruzione al passaggio del sangue. “Colesterolo alto” o “ipercolesterolemia” è definito come un livello di colesterolo totale nel sangue superiore a 240 mg / dL.

Il colesterolo è un tipo di grasso presente nel sangue. Per lo più è prodotto dal corpo umano, mentre una piccola parte è introdotta dalla dieta. Sebbene il colesterolo sia fisiologicamente coinvolto in diversi processi di base della funzione del corpo umano, il colesterolo eccessivo è uno dei principali fattori di rischio per le malattie cardiache. Il colesterolo in eccesso tende infatti a depositarsi sulle pareti arteriose, provocando la formazione di lesioni che si ispessiscono e si induriscono. Nel tempo, questo processo chiamato aterosclerosi può portare alla formazione di una vera e propria placca che altera il passaggio del sangue o impedisce completamente il flusso sanguigno, e quindi mette a rischio il sistema cardiovascolare.

Colesterolo: formula chimica
Formula chimica del colesterolo

Il colesterolo presente nel sangue viene trasportato in strutture molecolari chiamate lipoproteine. Si possono identificare almeno due tipi principali di lipoproteine: lipoproteine a bassa densità o LDL (low density lipoprotein), chiamate anche colesterolo “cattivo” perché trasportano il colesterolo in eccesso dal fegato alle arterie;
lipoproteine ad alta densità o HDL (high density lipoprotein) anche chiamate colesterolo “buono” perché aiutano a rimuovere il colesterolo dal sangue e rimuovere il colesterolo tramite i sali biliari, proteggendo in modo efficace il cuore e i vasi sanguigni. Il colesterolo totale misurato nel sangue è approssimativamente la somma di LDL + HDL.

Cause del colesterolo alto

Quali sono le cause di colesterolo elevato? Diverse condizioni sono associate allo sviluppo di colesterolo alto o ipercolesterolemia. Questi includono obesità o sovrappeso, una dieta non corretta, il fumo – che a lungo andare rovina i vasi sanguigni e accelera l’indurimento delle arterie – e una mancanza di attività fisica. Alcune malattie metaboliche, come ad esempio il diabete, sono spesso legate all’ipercolesterolemia. Alcune persone sono geneticamente inclini a sviluppare ipercolesterolemia: si tratta di una condizione conosciuta come “ipercolesterolemia ereditaria o familiare”, che è correlata a una serie di mutazioni genetiche.

Quali sono i sintomi del colesterolo alto?

La presenza di colesterolo alto nel sangue non causa sintomi, se non quando i danni legati all’ipercolesterolemia sono già avanzati: il controllo del sangue è l’unico modo per rilevare questa anomalia.

Diagnosi

Il colesterolo alto può essere evidenziato solo mediante controllo del sangue. Ciò consentirà di misurare i livelli di colesterolo totale, colesterolo LDL e colesterolo HDL. I valori sono espressi in milligrammi per decilitro (mg / dL) e sono stati associati a vari gradi di rischio cardiovascolare. Sebbene siano desiderabili bassi livelli di colesterolo totale e LDL, sono auspicabili elevati livelli di colesterolo HDL.

Trattamenti

La strategia principale per mantenere i livelli di colesterolo entro i livelli raccomandati è la prevenzione! Se è necessario l’uso di trattamenti farmacologici, sono disponibili diverse opzioni:

  • statine – bloccano la produzione di colesterolo LDL e aumentano la capacità del fegato di eliminare quello già circolante nel sangue;
  • Sequestranti della bile: si legano ai sali biliari che solitamente contengono una buona quantità di colesterolo da eliminare e prevengono il riassorbimento a livello intestinale. In questo modo vengono eliminate con le feci quantità maggiori di colesterolo LDL, con riduzione dei livelli circolanti;
  • Niacina (o acido nicotinico): abbassa i livelli di colesterolo totale e LDL a favore del rapporto HDL.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright Esamievalori.com 2021

it_ITItaliano

Accedi con le tue credenziali

Hai dimenticato i tuoi dati?