Sodio urinario

Il sodio urinario è un tipo di analisi che misura quanto sodio (Na) viene eliminato in un certo intervallo di tempo nelle urine. E’ un esame utile per capire la natura di alterazioni della quantità di sali minerali e liquidi nel nostro corpo, come nell‘ipernatriemia (eccesso di sodio nel sangue) e nell’iponatriemia (carenza di sodio nel sangue).

Il sodio è un sale minerale molto importante per il nostro organismo. Il Sodio (simbolo chimico Na) assieme ad altri elettroliti come il potassio (K), il cloro (CL), il magnesio (Mg) e lo ione bicarbonato (HCO3-), concorre alle più importanti funzioni del nostro corpo, tra cui la trasmissione degli impulsi nervosi, la contrazione muscolare e il corretto assorbimento delle sostanze nelle cellule.

Il sodio viene eliminato a livello dei reni: in condizioni fisiologiche è filtrato a livello glomerulare e riassorbito prevalentemente (per il 70% circa) a livello del tubulo contorto prossimale (riassorbimento passivo) e dell’ansa di Henle (scambio con ioni Cl).

Nel tubulo contorto distale il riassorbimento è indotto dall’aldosterone in risposta all’ipovolemia (riduzione del volume di liquidi corporeo efficace) ed all’iponatremia sull’ apparato iuxtaglomerulare secernente un ormone chiamato renina.
Un altro ormone, l’angiotensinogeno (una proteina a-globulina formata da 12 aminoacidi) per effetto della renina, viene trasformata in angiotensina I (formata da 10 aminoacidi). L’angiotensina I viene a sua volta trasformata in angiotensina II (formata da 8 amoniacidi residui) per effetto dell’ ACE (angiotensin converting enzyme, enzima che converte l’angiotensina).

Il sodio escreto dovrebbe normalmente corrispondere alla quota di Na introdotta con dieta o infusioni endovenose.

Valori normali di sodio urinario

I valori normali di sodio urinario sono di solito compresi tra le 50-200 mEq nelle urine delle 24 ore (50-200 mmol/24 h).

Valori aumentati di sodio urinario

  • Aumentata escrezione urinaria
    • terapia diuretica
    • morbo di Addison
    • ipoaldosteronismo
    • nefropatie croniche con acidosi
    • coma diabetico
    • insufficienza renale acuta (fase poliurica)
  • SIAD (sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico, detto ADH o vasopressina)
  • Disidratazîone

Valori diminuiti di sodio urinario

    • Ridotta introduzione
      • Aumentata perdita gastrointestinale vomito, diarrea, fistole, malassorbimento
      • derivazioni esterne
      • resine a scambio ionico
    • Aumentata perdita per via cutanea
    • sudorazione profusa
    • ustioni estese mucoviscidosi
    • Toracentesi e paracentesi
    • Emorragie
    • Sindrome di Bartter
    • Scompenso cardiaco
    • M. di Cushing
    • Aldosteronismo

      Il sodio urinario nelle più comuni patologie

      ProblemaCausa del problemaSodio urinario
      Ipovolemia (riduzione del volume sanguigno circolante efficace)Perdita extrarenale di sodio Na inferiore a 10 mEq/l

       


      Oliguria acuta (drastica e rapida riduzione della quantita di urina prodotta)
      Iperazotemia prerenale Na inferiore a 10 mEq/l
      Necrosi tubulare acutaNa maggiore di 30 mEq/l
      Iponatremia (riduzione dei valori di sodio ematici)Deplezione severa di liquidi corporei (e quindi di volume sanguigno)Na inferiore a 10 mEq/l

       

      Insufficienza adrenergica (inadeguata produzione di catecolamine in risposta ad uno stress)Na urinario maggiore della quantità di sodio introdotto con la dieta
      SIAD (sindrome da inappropriata secrezione di ormone antidiuretico o ADH)Na urinario maggiore di quello derivante dall’introito dietetico

       

 

 

Sodio urinario
5 (100%) 1 vote

Tags:

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami

Copyright Esamievalori.com 2018

Log in with your credentials

Forgot your details?