Prik test – test intradermico

Il Prik Test, è un test a reazione intradermica: è un metodo per la diagnostica routinaria delle allergie da inalanti, da alimenti, da farmaci e da veleni di insetti.


Come funziona il Prok test? questo esame consiste nel trasporto di una piccolissima quantità di allergene oltre lo strato basale dell’epidermide ove sono eventualmente presenti IgE specifiche adese ai mastociti. Per un rapido screening vengono utilizzati allergeni in soluzione glicerosalina.

Inalatori:

  • acaro della polvere
  • graminacee (mix)
  • parietaria
  • artemisia
  • alternaria
  • forfora di gatto

Alimentari:

  • latte intero
  • beta-lattoglobulina
  • lattoalbumina
  • bianco e rosso d’uovo olivo

Prick test positivo

  • Pomfo di tipo istaminico di diametro >3 mm (Prick test) 6 >10 mm (test intradermico)

Prick test negativo

  • Allergia non legata ad IgE specifiche

Falsi positivi al prick test

  • iperreattività cutanea
  • Presenza di sostanze irritanti  o inquinanti negli estratti
  • Eccessiva concentrazione degli estratti
  • Eccessiva vicinanza tra loro di test cutanei positivi
  • Eventuale trasporto accidentale di allergeni durante l’esecuzione

    Falsi negativi durante il prick test

  • Estratti inattivi
  • Iporeattività cutanea: per età, presenza di dermopatie, assunzione di farmaci, oppure in caso di refrattarietà dopo reazioni intensamente positive)
  • Dopo manifestazioni cliniche scomparse da poco
  • Farmaci (antistaminici, cortisonici)

Nota bene: i test alimentari risultano scarsamente attendibili, per cui i risultati debbono essere suffragati da ulteriori indagini (dosaggio IgE specifiche, test di provocazione).

Prik test – test intradermico
5 (100%) 1 vote

Tags:

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami

Copyright Esamievalori.com 2018

Log in with your credentials

Forgot your details?