Anticorpi anti cisticercosi – anti Tenia

Gli anticorpi anti cisticercosi sono anticorpi rivolti verso antigeni di vermi parassiti chiamati Tenie, (o più correttamente Taenia), appartenenti al phylum Platelminti, classe Cestoda.

Le Tenie, ed in particolare la Tenia solium (nome scentifico Cysticercus cellulosae) e la Tenia Saginata (nome scientifico Cysticercus bovis) sono parassiti che colonizzano il nostro intestino, dove si riproducono e vengono eliminati tramite le feci. Il contagio avviene solitamente tramite l’ingestione di carne  di animali infetti, cruda o cotta male. La cisticercosi, cioè l’infezione da Tenia, può avvenire anche tramite animali domestici come cane o gatto.

Il nome più comune con cui viene definita la cisticercosi è infezione da “verme solitario“.

La diagnosi sierologica della cisticercosi conferma i dati clinici e radiologici e permette di valutare l’efficacia della terapia. La risposta anticorpale può essere rilevata quando compaiono le prime manifestazioni cliniche, cioè i primi sintomi; tuttavia, in alcuni soggetti gli anticorpi non sono rilevabili né nel siero né nel liquor a causa della compartimentalizzazione della cisti.

La classe dominante di immunoglobuline è l’IgG (immunoglobuline tipo G). Le IgM, IgE e IgA non svolgono un ruolo importante per la diagnosi sierologica. Le larve di T. solium non inducono un aumento significativo delle IgE totali, e le IgE specifiche rimangono a titoli bassi. Il metacestode stimola una marcata produzione di IgG specifiche nel siero e nel liquor e, in seguito, un aumento delle IgG totali nel liquor ma non nel siero. Il titolo anticorpale rimane elevato finche’ le cisti rimangono attive.

La diagnosi sierologica più utilizzata per la ricerca degli anticorpi è l’ELISA con un antigene crudo, o un’ ELISA a cattura per la ricerca dell’ antigene nel liquor: Le tecniche sierologiche che utilizzano antigeni crudi mostrano reazioni crociate con anticorpi specifici verso altre elmintiasi (echinococcosi, filariosi).

L’enzyme linked immunotransfer blot, raggiunge il 100% di specificità. Usando come antigene una frazione glicoproteica purificata dalle cisti di T. solium, sono individuate, mediante immunoblot, sette bande di diverso peso molecolare con valore diagnostico ( GP50, GP42-39, GP24, GPZ], GP18, GP14, e GP13), fra le quali la GP42 e la GP24 sono le più frequentemente riconosciute dai Signal dei pazienti affetti da cisticercosi. Come criterio diagnostico, la presenza di una singola banda e‘ indicativa di cisticercosi, o almeno di contatto con il cestode di T. solium. In questo modo è stato raggiunto, a prescindere dalla localizzazione delle cisti, il 100% di specificità e una sensibilità del 98%.

Anticorpi anti cisticercosi – anti Tenia
5 (100%) 1 vote

Tags:

Lascia una recensione

  Subscribe  
Notificami

Copyright Esamievalori.com 2018

Log in with your credentials

Forgot your details?