TSH ALTO – TIREOTROPINA ALTA sintomi e cause

TSH ALTO – TIREOTROPINA ALTA sintomi e cause
3.9 (77.54%) 114 votes


Un TSH alto è quasi sempre indicativo di ipotiroidismo. Le cause e i sintomi di TSH alto sono spiegate nel presente articolo. Il TSH (tireotropina o ormone tireotropo) è una sostanza prodotta dalla parte anteriore della ghiandola ipofisi, l’adenoipofisi. É l’ormone fondamentale che regola la funzionalità e l’efficienza della tiroide, che viene stimolata a produrre gli ormoni tiroidei (T3 o triiodotironina e T4 o tiroxina) a partire dalla molecola precursore tireoglobulina. La misurazione degli ormoni tiroidei durante le analisi del sangue viene effettuata sulla frazione libera di questi ormoni, che riflette a sua volta la quantità totale di T3 e T4 presenti in circolo. E’ più corretto quindi riferirsi agli ormoni tiroidei con la terminologia fT3 (free T3) e fT4 (free T4).

Valori alti di TSH

Il TSH è alto quando supera le 4 mUI/l.

TSH: quando eseguire l’esame

Il TSH viene dosato per valutare la funzionalità tiroidea ed individuare eventuali alterazioni sia in senso di iperattività della tiroide (ipertiroidismo), sia in caso di ipofunzione (ipotiroidismo); dosare il TSH serve inoltre per monitorare l’efficacia del trattamento terapeutico in caso di ipotiroidismo (monitoraggio della terapia sostitutiva con ormoni tiroidei) o di ipertiroidismo (monitoraggio della terapia soppressiva dell’attività tiroidea).

Non di rado nelle ricette del medico o nelle analisi ematiche troviamo la l’indicazione TSH riflessoTSH reflex: è bene chiarire che questa dicitura non indica un tipo particolare di TSH, ma semplicemente indica al laboratorio che si può attuare un protocollo che aiuta ad ottimizzare le spese mediche: viene quindi prima dosato solo il TSH e poi, se il valore di quest’ultimo è alterato, si prosegue con il dosaggio, sulla stesso prelievo di sangue,  degli ormoni tiroidei.  Quindi TSH reflex e TSH indicano entrambi l’ormone tireotropina.

TSH alto

Il TSH al di sopra dei valori normali si associa a numerose condizioni mediche: in caso di TSH alto bisogna sempre dosare almeno uno dei due tipi di ormoni tiroidei, fT3 o fT4. Questo permette di capire se, come accade nella maggioranza dei casi, vi è una ridotta funzione della tiroide, cioè un ipotiroidismo, o se, meno frequentemente, vi sia una iperfunzione della tiroide, e quindi un ipertiroidismo. 

TSH alto cause

Un TSH elevato può essere riscontrato sia in risposta ad una ridotta produzione di ormoni tiroidei da parte della ghiandola tiroide (condizione di ipotiroidismo), sia in presenza di una aumentata produzione di TSH, a livello ipofisario o in altre sedi (condizione di ipertiroidismo). C’e da dire comunque che nella grande maggioranza dei casi il TSH alto si accompagna a fT3 e fT4 normali o bassi. 

Qui di seguito spiegheremo quali sono le cause principali di TSH alto e differenzieremo quelle che portano ad una condizione di ipertiroidismo (TSH alto fT3 fT4 alti), da quelle, più frequenti, che portano ad una condizione di ipotiroidismo, inizialmente subclinico (TSH alto fT3 fT4 normali) e poi ipotiroidismo conclamato (TSH alto fT3 fT4 bassi).

TSH alto ed fT3 fT4 normali: ipotiroidismo subclinico

L’ipotiroidismo è una malattia caratterizzata da una ridotta funzione della ghiandola tiroidea, che quindi produce in quantità insufficiente gli ormoni tiroidei fT3 e fT4. L’ipofisi per compensare questa carenza produce maggiori quantità di TSH, che risulterà quindi elevato alle analisi del sangue. Inizialmente l’aumento della produzione di tireotropina basterà a stimolare maggiormente la tiroide, ottenendo una normalizzazione dei livelli di ormoni tiroidei. In questa fase, detta ipotiroidismo subclinico, alle analisi del sangue risulteranno TSH alto con fT3 e fT4 normali.

Se l’articolo ti è utile, dai il tuo piccolo contributo: clicca sul pulsante!

TSH alto ed fT3 fT4 bassi: ipotiroidismo

Quando ci si trova in una fase più avanzata, i livelli aumentati di TSH non basteranno più a mantenere normali i valori degli ormoni prodotti e secreti dalla tiroide. In questa situazione si parla di ipotiroidismo vero e proprio o ipotiroidismo conclamato, e agli esami del sangue avremo TSH alto e valori ridotti di fT3 e fT4. Spesso l’ipotiroidismo, se trascurato, porta alla formazione di gozzo tiroideo, cioè l’ingrossamento della ghiandola tiroide legato ad una continua stimolazione da parte del TSH.

Ecco elencate alcune cause di TSH alto associate ad ipotiroidismo:

  • Ipotiroidismo congenito: nell’85% dei casi a causa di un difetto strutturale della tiroide, come per l’agenesia tiroidea (mancata formazione della ghiandola tiroide), per la disgenesia tiroidea (anomalo sviluppo della tiroide), l’ectopia tiroidea (tiroide in sede anomala rispetto alla normale posizione anteriore pretracheale) o per ipoplasia tiroidea (tessuto tiroideo scarsamente rappresentato). In un altro 10% dei casi riguarda un difetto nella produzione ormonale, che può essere legato ad una difficoltà della tiroide di concentrare lo iodio al suo interno per la presenza di una mutazione nel trasportatore iodio/sodio, ad un difetto della perossidasi intratiroidea,  piuttosto che ad un difetto della condensazione ossidativa di MIT e DIT in tiroxina e triiodotironina, oppure ad un deficit di desiodazione delle iodotirosine, o infine alla produzione di composti iodati anomali ipoattivi dal punto di vista metabolico. Tutti questi casi sono caratterizzati da TSH elevato e ormoni tiroidei ridotti o assenti.
  • Tiroiditi acute:  le tiroiditi acute sono di solito legate ad infezioni batteriche o parassitarie: nei bambini e nei ragazzi spesso sono legate ad anomalie strutturali della tiroide come fistole a livello del seno piriforme o residui del dotto tireoglosso; negli adulti sono più spesso causate dalla propagazione di un’infezione per vicinanza della sede colpita (infezione per contiguità da faringite, tonsillite, parotite etc.) o per disseminazione per via ematica (infezioni polmonari, gastrointestinali,  dei tessuti molli). I sintomi più comuni sono febbre e comparsa di adenopatie latorecervicali (ingrossamento e/o dolenzia dei linfonodi del collo) La terapia è ovviamente antibiotica che nella maggior parte dei casi fa regredire la tiroidite e ristabilire la normale produzione di ormoni da parte della tiroide.
  • Tiroidite di De Quervain e tiroiditi subacute: la tiroidite di De Quervain o tiroidite granulomatosa, insorge spesso in seguito ad un’infezione virale, e talvolta necessita di terapia cortisonica. I sintomi più comuni sono febbre, astenia (stanchezza) mialgia (dolenzia muscolare). Normalmente si risolve con una restitutio ad integrum,  cioè con un ritorno alla normale funzione tiroidea. In un 5% dei casi invece resta una condizione di ipotiroidismo che necessiterà di terapia sostitutiva.
  • Tiroidite di Hashimoto e tiroiditi croniche: sono le forme di tiroidite più diffuse, in particolare la tiroidite di Hashimoto rappresenta di gran lunga la patologia infiammatoria tirolidea più frequente (nelle donne 3.5 casi ogni 1000 persone). Si tratta di una flogosi cronica della tiroide a partenza autoimmune, che porta ad un danno cronico con residuo ipotiroidismo finale. I sintomi possono essere assenti, o essere legati all’ipotiroidismo che si sviluppa in questa patologia. La diagnosi si basa sul riscontro di anticorpi anti-tiroide: anticorpi anti tireoperossidasi (anti-TPO) e anticorpi anti-tireoglobulina (anti-TGB), oltre che di bassi livelli di fT3 ed fT4 nel sangue. La terapia è essenzialmente sostitutiva con levotiroxina (LT4). Altre forme di tiroidite cronica sono la tiroidite post-partum, la tirolidite silente e la tiroidite di Riedel. Queste patologie infiammatorie sono caratterizzate da TSH elevato, triiodotironina e tiroxina basse e possibile presenza di anticorpi anti-tiroide.
  • Tiroidectomia subtotale o totale (rimozione parziale o completa della tiroide): quando si rimuove una parte della ghiandola tiroide, si genera una inadeguata produzione di ormoni tiroidei da parte della ghiandola residua. Questo è ancora più evidente con l’asportazione di tutta la tiroide, con un deficit di ormoni che sarà totale. Come meccanismo di compenso si assiste ad un aumento della produzione ipofisaria di TSH. Il riscontro di TSH alto dopo tiroidectomia è quindi ovvio, ed è il segnale che la terapia sostitutiva farmacologica non è ancora a dosaggi ottimali.
  • Presenza di resistenza al TSH: la resistenza al TSH è una patologia che determina un deficit tiroideo permanente presente alla nascita. La resistenza al TSH è determinata dalla presenza di mutazioni del recettore del TSH (TSHR; 14q31), che causano una ridotta produzione di ormoni tiroidei. In questa condizione quindi alle analisi del sangue potremo trovare TSH alto e fT3 fT4 bassi.
  • Malattie da accumulo: sono patologie rare, nelle quali si accumulano a livello tiroideo delle sostanze che ne danneggiano i tessuti e compromettono la sua funzione. Come conseguenza la produzione di ormoni toriodei sarà deficitaria, causando una risposta secondaria a livello dell’ipofisi con iperproduzione di TSH. Tra le malattie che danno deposito a livello tiroideo ricordiamo l’emocromatosi, caratterizzata da deposito di ferro, e l’amiloidosi, che ha come causa il deposito di proteine a basso peso molecolare prodotte in modo anomalo e sregolato dall’organismo che si accumulano tra gli spazi intracellulari della ghiandola danneggiandola.
  • Terapia ormonale tiroidea sostitutiva insufficiente:  sembra una cosa ovvia ma in realtà ci sono molti malintesi sull’argomento: i pazienti con un ipotiroidismo riconosciuto, che sono in terapia sostitutiva con ormoni tiroidei (il farmaco più utilizzato è l’Eutirox), devono effettuare periodici controlli ematici, per regolare la terapia. Spesso la dose di ormoni tiroidei assunta è anche di poco insufficiente, e questo si riflette a livello ipofisario con una maggior produzione di tireotropina , che risulterà più alto del normale. Un caso contrario, una dose di Ft4 troppo alta tenderà ad abbassare i livelli di ormone tireostimolante nel sangue. Anche con ormoni tiroidei nella norma, in presenza di un TSH alto è necessario consultare il proprio medico o lo specialista endocrinologo per valutare se modificare leggermente la dose di ormoni tiroidei assunti giornalmente.

TSH alto ed fT3 fT4 alti: ipertiroidismo

L’ipertiroidismo è una patologia legata ad una aumentata produzione di ormoni tiroidei da parte della tiroide. Nel caso di un ipertiroidismo di tipo primario, a fronte di un concentrazioni elevate di tiroxina e triiodotironina l’ipofisi diminuirà la produzione di TSH al fine di ridurre l’attività tiroidea (TSH basso e tiroxina e triiodotironina alti).

Nell’ipertiroidismo secondario, sarà invece un’eccessiva produzione di TSH da parte dell’ipofisi a stimolare la tiroide in modo incontrollato:  in questo frangente avremo TSH alto e ormoni tiroidei alti. E’ proprio quest’ultimo tipo di ipertiroidismo che si caratterizza con livelli elevati di tireotropina e che descriveremo nei prossimi paragrafi.

Ecco elencate le cause più frequenti di TSH alto con ipertiroidismo:

  • Iperpituitarismo (aumentata produzione ipofisaria di TSH): può accadere che l’ipofisi produca una quantità anormale di ormoni, in modo sregolato rispetto al normale meccanismo di controllo ipofisi-organo bersaglio. L’iperpituitarismo può essere primitivo, nel caso l’iperproduzione di ormoni sia dovuto a masse secernenti come ad esempio un adenoma ipofisario, oppure può essere, più raramente, secondario, nel caso l’eccessiva produzione ormonale derivi dalla mancanza del feedback negativo da parte dell’ipotalamo. Ciò avviene in rari casi di tumori ipotalamici secernenti (produttori TRH nel nostro caso). La terapia risolutiva è quella chirurgica. Questa condizione è caratterizzata da TSH alto e fT3 e fT4 alti.
  • Produzione ectopica di TSH: sindrome paraneoplastica che determina la produzione, a livello di neoplasie non ipofisarie (polmone, mammella, utero, prostata, gastrointestinali), di una sostanza simile al TSH.

Farmaci

Ci sono alcune terapia farmacologiche che possono inibire la secrezione di ormoni da parte della ghiandola tiroide, inducendo di conseguenza un’innalzamento dei livelli ematici di tireotropina (TSH). Tra questi il più frequente è l’amiodarone, un farmaco antiaritmico ricco di iodio che può provocare sia sviluppo di ipertiroidismo ma anche di ipotiroidismo. Altri farmaci comuni che possono generare questo effetto collaterale sono l’interferone (utilizzato in terapia antivirali e in terapia immunoematologiche), e il litio, un psicofarmaco utilizzato nella cura di condizioni psichiatriche come il disturbo bipolare o alcuni tipi di cefalea.

Vuoi approfondire l’argomento? Abbiamo selezionato questo libro che affronta il problema dell’ipo e ipertiroidismo.

Vivere senza problemi alla tiroide. Come affrontare ipo e ipertiroidismo attraverso alimentazione, movimento, integrazione

TSH alto in gravidanza

Solitamente il TSH durante la gravidanza è normale o leggermente sotto ai valori di riferimento classici: questo perchè durante la gravidanza vi sono alcune alterazioni fisiologiche (aumento della TBG (Thyroxin Binding Globulin), presenza della gonadotropina corionica) che tendono a ridurre lievemente i valori di TSH.

Il riscontro di un TSH alto in gravidanza va valutato con attenzione, poichè può indicare la presenza di ipotiroidismo, stato metabolico molto dannoso per il futuro neonato, dato chè può comprometterne il corretto sviluppo somato-neurale. Nel caso infatto la tiroide non sia in grado di provvedere ad una adeguata produzione di T3 e T4, sarà necessario compensare con una terapia integrativa con levotiroxina (Eutirox, Tirosint, ecc..) di supporto.

Vi sono particolari condizioni che vanno sorvegliate con attenzione e che hanno un’aumentata probabilità di sfociare in ipotiroidismo gestazionale. Premesso che un controllo del TSH prima di concepire un figlio andrebbe fatto in tutti i casi, le maggiori indicazioni ad eseguire il controllo del TSH durante la gravidanza sono le seguenti:

  • Età superiore ai 30 anni
  • Storia di disfunzione tiroidea familiare o personale
  • Storia di pregressa chirurgia tiroidea.
  • Sintomi di disfunzione tiroidea o presenza di gozzo tiroideo
  • Positività degli anticorpi anti tireoperossidasi (anti TPO).
  • Diabete mellito di tipo 1 e/o altri disordini autoimmuni.
  • Storia di aborto o di parto pretermine.
  • Storia di radioterapia con irradiazione a testa o collo.
  • Grave obesità con body mass index (BMI) superiore a 40 kg/m2.
  • Uso di farmaci quali amiodarone o litio
  • Recente somministrazione di mezzo di contrasto iodato.
  • Residenza in una zona nota per essere a moderata-severa carenza iodica.

Il riscontro di TSH elevato in gravidanza va sempre indagato: la causa più frequente di TSH alto in gravidanza è la tiroidite di Hashimoto.

I valori di TSH per definire un ipotiroidismo in corso di gestazione sono:

Ipotiroidismo conclamato in gravidanza:

  1. TSH maggiore o uguale a 2,5 mIU/L con FT4 ridotto; oppure
  2. un TSH maggiore o uguale 10 mIU/L con qualsiasi FT4.

Ipotiroidismo subclinico in gravidanza:

TSH compreso tra 2,5 e 10 mIU/L con normale concentrazione di FT4.

In caso di ipotiroidismo conclamato durante la gravidanza, vi è un aumentato rischio di: parto pretermine, basso peso e ritardato sviluppo neurocognitivo del bambino alla nascita e soprattutto aumentato rischio di aborto (60% di aborti spontanei nell’ipotiroidismo grave non trattato). Aumenta inoltre la frequenza di ipertensione arteriosa per la madre. La terapia sostitutiva con levotiroxina è caldamente consigliata per ridurre l’incidenza di tutte queste complicanze.

Nel caso vi sia invece solo ipotiroidismo subclinico durante la gravidanza, è stato notato un aumento del rischio di complicanze nelle donne con positività degli anticorpi anti tireoperossidasi (anti tpo). La terapia sostitutiva andrebbe valutata in questo caso.

Nota bene: per le donne che erano già in terapia sostitutiva con levotiroxina, durante la gravidanza la dose va aumentata, solitamente del 30% nell’ipotiroidismo autoimmune e del 50% nelle persone con ipotiroidismo comparso dopo rimozione parziale o totale della tiroide (tiroidectomia parziale o totale).

TSH alto sintomi

Come già detto, spesso il TSH alto non si accompagna a sintomi particolari, specie se gli ormoni tiroidei si mantengono ancora normali, come nel caso dell’ipotiroidismo subclinico. Nella fase di ipotiroidismo conclamato però il TSH alto si associa con una condizione di fT3 e fT4 bassi, che potrà manifestari con svariati segni e sintomi.

Sintomi di TSH alto ed ormoni tiroidei bassi.

Quindi quali sono i principali sintomi di TSH alto ed fT3 fT4 basso (ipotiroidismo)?

I sintomi di TSH alto sono:

  • Minor tolleranza al freddo
  • Instabilità del tono dell’umore e tendenza alla depressione
  • Stanchezza
  • Aumento di peso
  • Pelle secca e fragile
  • Perdita delle sopracciglia (soprattutto la parte esterna)
  • Unghie più fine e fragili
  • Stitichezza (stipsi)
  • Sindrome del tunnel carpale,
  • Irregolarità del ciclo mestruale,
  • Aumento del colesterolo,
  • Perdita di memoria.

In altri casi, meno frequenti, quando il TSH alto si associa ad alti livelli di ormoni tiroidei, avremo i classici sintomi dell’ipertiroidismo, legati alla dose aumentata di tiroxina e triiodotironina circolanti.

Sintomi di TSH alto e ormoni tiroidei elevati

Quali sono i principali sintomi di TSH alto con fT3 fT4 alti? 

In questo caso, i sintomi di TSH alto sono:

    • Palpitazioni
    • Tachicardia
    • Agitazione e ansia
    • Nervosismo e irritabilità
    • Tremore, soprattutto alle mani
    • Alopecia
    • Alterazioni a livello mestruale
    • Diarrea
    • Presenza di esoftalmo
    • Possibile presenza di gonfiore palpebrale
    • Sudorazioni
    • Dimagrimento
    • Prurito
    • Vampate di calore

Come si effettua l’esame

L’esame si effettua a partire da un campione di sangue ottenuto con un prelievo venoso. Non è necessario essere a digiuno prima dell’esame. Dato che alcuni farmaci possono interferire con la misurazione del TSH, è necessario avvertire il medico di tutta la terapia farmacologica in atto.

Fattori che influenzano la misurazione

Quali fattori influenzano il dosaggio del TSH?

[sociallocker id=”386″]
Emolisi fortuita del campione di sangue.

Variazioni giornaliere dei livelli ematici di TSH: i livelli più alti si riscontrano verso le ore 22, mentre livelli basali sono misurabili alle ore 10 del mattino.

Recenti terapia con iodio radioattivo.

Molte terapie farmacologiche possono alterare la misurazione del TSH. Di seguito sono riportati i farmaci che più comunemente possono alzare i livelli dei TSH alle analisi del sangue:

    • metimazolo
    • amiodarone,
    • litio,
    • metoclopramide,
    • morfina,
    • clomifene,
    • nitroprussiato di sodio,
    • propiltiouracile,
    • anfetamine,
    • fenilbutazone,
    • ioduro di potassio,
    • mezzo di contrasto radiografico iodato,
    • sulfamidici,
    • antidiabetici orali come le sulfoniluree,
    • somministrazione endovenosa di TRH (ormone rilasciante tiroetropina)

[/sociallocker]

E ora che hai letto l’articolo, dai il tuo piccolo contributo: clicca sul pulsante!

Tags:
62 Comments
  1. Sara 5 giorni ago

    Tsh 11.120
    Ft4 9.58
    Ft3 3.13. In cura con tirosint 6 gocce…

    • Author
      Esamievalori 4 giorni ago

      salve, Probabilmente bisogna adeguare la terapia aumentando leggermente la dose. In ogni caso, prima di apportare modifiche, consulti sempre il suo medico curante, cordiali saluti

  2. Danilo 1 mese ago

    Buongiorno,mia moglie ha fatto e ripetuto gli esami di rito,i valori sono alquanto allarmanti:
    TSH 55,26 mcIU/ml
    FT4 7,00 pmol/l
    TPO-Ab 236,00 UI/ml
    AbTg 0,10 UI/ml
    Direi che siamo preoccupati.

    • Author
      Esamievalori 1 mese ago

      Salve, si tratta probabilmente di un ipotiroidismo su base autoimmune. Fate vedere gli esami al vostro medico curante che vi indicherà gli approfondimenti e la terapia più appropriata. Cordiali saluti

  3. Greta 4 mesi ago

    S.th reflex a 1.30 cosa significa?

    • Author
      Esamievalori 4 mesi ago

      Significa un valore normale di TSH

  4. Emanuela 5 mesi ago

    Buonasera
    Stamattina fatto esame del sangue per la tiroide il risultato è stato questo

    Tireotropina riflessa (TSH) con eventuale dosaggio di FT4 e FT3
    Risultato 1,842 valori di riferimento 0,250-4,500

    • Author
      Esamievalori 1 mese ago

      Salve, si tratta di un valore normale, faccia vedere il referto al suo medico curante. Cordiali saluti

  5. Clementina 6 mesi ago

    Buongiorno ,
    Un consiglio esami ritirati oggi cura consigliata EUTIROX 25MCG ?
    TSH 4.670 (3,60-3.740)
    FT4 0.760 (0.76-1.46)

    SIDEREMIA 24 (40-150)
    EMOGLOBINA 11.1 (12.0–16.0)
    Grazie

  6. tamy 8 mesi ago

    salve,ho fatto le analisi e mi sono risultati :
    TSH 4,06 (0,27-4,20)
    FT3 2,97 (2,02-4,43)
    FT4 13,16 (9,32-17,09)
    sei mesi fà erano quasi la meta andavano aumentando ogni 6 mesi, e la mia dottoressa mi ha prescritto eutirox 50 che sto prendendo,adesso dovrei ripetere le analisi dopo 4 mesi,ma l’eutirox me lo farà smettere ho si prende sempre,?grazie

  7. anna 8 mesi ago

    TSH reflex Ho ritirato le mie analisi e a settembre i valori erano Ft3 2,4(2,3-4,2)-Ft4 12,1(8,0-18,0)-Il TSH reflex con asterisco 20,10(0,35-4,50).In questo periodo prendevo l’eutirox 100. Dopo sono passata all’eutirox 75 ,sotto consiglio del medico.Dopo 4 mesi ho rifatto le analisi e i valori erano:Ft3-2,6(2,3-4,2)FT4-12,6(8,O-18,0)TSH Reflex 10,24 (0,35-4,50) con asterisco.Devo aumentare ancora la dose di eutirox?

  8. Lina 8 mesi ago

    Salve a tutti , da circa 9 anni sono affetta da ipotiroidismo che tengo sotto controllo regolarmente ogni 6 mesi facendo le analisi del caso . Settimana scorsa ho ritirato le analisi dal momento che il 18 marzo avrò la visita dall’endocrinilogo . È risultato un valore alterato per quanto riguarda il tsh , mentre ft3 ed ft4 nella norma . Il valore del tsh é di 4.94 . Assumo regolarmente eutitox da 0,50 mg 4 volte alla settimana e 0.75 mg 3 volte . È un valore normale ? Dovrei aumentare le dosi ? Da 2 settimane a questa parte mi sento molto stanca , spossata ed ho difficoltà anche ad alzarmi la mattina . Assonnata e dolori muscolari . Potrebbe esserci un nesso con i valori alterati ? Grazie anticipatamente .

  9. Asia 9 mesi ago

    Salve facendo gli esami della tiroide mi è apparso di fianco i valori della gravidanza di trimestre mi devo preoccupare?

    • Author
      Esamievalori 9 mesi ago

      Non si preoccupi è il formato stanrdard del laboratorio. Cordiali saluti

  10. Anna Sarnacchiaro 9 mesi ago

    Facendo le analisi ho fatto introdurre anche un controllo della tiroide e il tsh risulta 4,390 sono preoccupata. Mi potrebbe rispondere? Grazie tante. Ho 71 anni.

    • Author
      Esamievalori 9 mesi ago

      Deve dosare anche gli ormoni tiroidei. Cordiali saluti

  11. STEFANO 10 mesi ago

    Buongiorno, esami:
    Tsh: 4,79
    ft4: 0,98
    Sono valori preoccupanti?

    • Author
      Esamievalori 9 mesi ago

      Salve, Il TSH è un pò aumentato, dell’fT4 manca l’unità di misura ma dovrebbe essere nei limiti di norma. Faccia la ricerca degli anticorpi anti tiroide. Mostri tutto al medico curante mi raccomando, cordiali saluti

  12. Valentyna 10 mesi ago

    Salve , da anni sto curando tiroide ho ritirato esami S-TSH 2,8ng/L, Ft4- 8.3 e TSH-31,267uUl/ml prendo Tirocini 125 e poco. Grazie

    • Author
      Esamievalori 10 mesi ago

      Non sono chiare le unità di misura, lei riporta due misurazioni del TSH

      • Giulia 10 mesi ago

        Salve, ho appena eseguito esami del sangue.
        Tsh 4.07 (0.27/4.20)
        FT4 14.8 (12.0/22.0)
        Anti perossidasi 9 (<34)
        Anti-tireoglobulina 397 (<115)

        Cosa può essere? In famiglia ho casi di ipotiroidismo non autoimmune. Grazie

        • Author
          Esamievalori 9 mesi ago

          Gli ormoni tiroidei sono normali, il lieve rialzo degli anticorpi anti tireoglobulina non è significativo, dovrà fare controlli periodici di TSH ed fT4. Mostri tutto al medico curante, cordiali saluti

  13. carmen 11 mesi ago

    Buongiorno… sono una ragazza entrata nel quarto mese di gravidanza… due settimane fa la ginecologa mi ha prescritto analisi tsh 5.950 (0.270-4.200) fy4 1.1 (0.93-1.70)… mi ha prescritto ieri terapia autirox da 75g… mi chiedo se mi devo preoccupare per danni al feto… Siccome non ho mai fatto esami tiroide e il problemi forse non e’ solo del periodo gravidanza ? Inoltre dovro’ prender a vita questi farmaci una volta iniziata terapia o potrebbe tornar a funzionar da sola la tiroide?Grazie mille

    • Author
      Esamievalori 10 mesi ago

      Salve, la terapia iniziata tempestivamente dovrebbe garantire una crescita fetale assolutamente normale. Riguardo la seconda domanda, non è detto che il tutto evolva in ipotiroidismo, essenziale controllare anche gli anticorpi anti tiroide e rifare il dosaggio di tsh e ft4 a breve. Si affidi comunque al medico curante che le confermerà il miglior iter diagnostico terapeutico. Cordiali saluti

  14. Sara Maffei 11 mesi ago

    Buongiorno,
    tra i vari esami del sangue, ho effettuato per la prima volta quello della tiroide, che è risultato:

    TSH 4,11 (valori rif. 0,30 – 3,94)

    Gentilmente, può anticiparmi se è un valore preoccupante?

    Grazie mille, cordiali saluti.

    • Author
      Esamievalori 11 mesi ago

      Salve, no non è un valore preoccupante. Gli ormoni tiroidei?

    • Sara Maffei 11 mesi ago

      E’ l’unico valore che ho della tiroide, credo che dovrò fare ulteriori esami per vedere gli ormoni tiroidei.

      Grazie comunque per il riscontro!

      Buona serata!

  15. Giuseppe 11 mesi ago

    Buonasera sono un ragazzo di 45 anni ho fatto delle analisi perché soffro da ipotiroidismo e ho il tsh a 13.000 sto malissimo, mi dia un consiglio dottore, grazie.

    • Author
      Esamievalori 11 mesi ago

      Salve, le consiglio di rivolgersi al medico curante e di fissare una visita endocrinologica per chiarire la natura del Tsh elevato. Gli ormoni tiroidei?

  16. Antonella 12 mesi ago

    Sn andata dal medico mi a dato da fare l ecografia al capo e il collo è la VES cose

  17. Antonella 12 mesi ago

    Salve..due anni fa ho subito una tiroidectomia totale a causa di diversi moduli tra cui uno maligno..da allora ho preso eutirox da 125..E il tsh è sempre stato nella norma..adesso con l’ultimo controllo invece il valore è salito a 10.65 …cosa succede? P.S. TT GLI ALTRI VALORI SINO BUONI.

    • Author
      Esamievalori 12 mesi ago

      Salve, i valori del TSH possono avere fluttuazioni improvvise, dovute anche al diverso assorbimento della terapia con ormoni tiroidei che è influenzato da tanti fattori. Senta il suo medico che, in base anche ai valori di T3 e T4, le consiglierà se modificare la terapia con Eutirox o se semplicemente ripetere il TSH tra un paio di settimane per verificare se è ancora elevato. Cordiali saluti

  18. Antonella 12 mesi ago

    Io o paura di avere qualcosa di brutto posso avere una vita normale ma perché il TSH è alto e la tiroxina giusta

    • Author
      Esamievalori 12 mesi ago

      Potrebbe trattarsi di un iniziale ipotiroidismo subclinico, nulla che non si possa correggere con eventuale terapia con Eutirox. Cordiali saluti

  19. Antonella 12 mesi ago

    Buonasera io o fatto gli esami del sangue e il TSH a 5.60 tiroxina 10.4 cosa mi consiglia sn in ansia

    • Author
      Esamievalori 12 mesi ago

      Salve, sarebbe importante effettuare anche la ricerca degli ormoni anti tiroide. Non sia in ansia la maggior parte dei casi di TSH elevato non sono preoccupanti. Faccia vedere gli esami al medico curante, cordiali saluti.

  20. ORIETTA 12 mesi ago

    BUONASERA HO APPENA RITIRATO LE ANALISI CON RISULTATO TSH 3,00 CON VALORI DI RIFERIMENTO TRA 0.0 E 0.02 FT4 11.00 CON VALORI COMPRESI TRA 8 20 E FT3 4,1 CON VALORI DI RIFERIMENTO COMPRESI TRA 2,2 E 4,7 COSA SIGNIFICA? GRAZIE

    • Author
      Esamievalori 12 mesi ago

      Se l’ unità di misura di FT4 è pmol/L, sono esami nella norma. Faccia vedere le analisi al medico curante, cordiali saluti.

  21. Alberto omboni 1 anno ago

    Possono influenzare la tiroide il tavor preso per dieci anni non dormo nulla dal 1984 devi fare esami della tiroide non riesco a staccare il tavor qualibesmi devo fare grazie sotto tavor a dosi massicce

  22. Francesca Ravagni 1 anno ago

    Buonasera ho ritirato esami sangue oggi è il valore del TSH è di 5.38 (0.20-4.50) FT4 14.6 (12.0-22.0) FT3 5.2 5.2 (3.2-6.8) Essendo il TSH un po fuori potrebbe influire sulla ricerca di una gravidanza? Grazie

    • Author
      Esamievalori 1 anno ago

      Salve, gli ormoni tiroidei sono nella norma, e quindi ciò non dovrebbe influire con la ricerca di una gravidanza. Ciò nonostante, la presenza di tsh alto in un quadro di ipotiroidismo subclinico durante la gravidanza potrebbe dare fastidio al bimbo, quindi un’eventuale terapia con levotiroxina andrebbe valutata in accordo con il suo ginecologo o un endocrinologo, se tale quadro dovesse confermarsi durante la gravidanza. Faccia sempre e comunque affidamento al medico curante. Cordiali saluti

  23. Mari 1 anno ago

    Buonasera ho ritirato oggi le analisi del sangue i valori sn i seguenti
    FT3 2,69
    FT4 0,60
    TSH 36,900
    potete darmi chiarimenti è x me una cosa del tutto estranea

    • Author
      Esamievalori 1 anno ago

      Salve, premesso che mancano le unità di misura, dai valori delle analisi da lei riportati risulta un quadro di ipotiroidismo con tsh elevato e bassi livelli di ormoni tiroidei. Ha effettuato la ricerca degli anticorpi anti tiroide? Faccia vedere gli esami al medico curante o allo specialista endocrinologo a cui fa riferimento. Cordiali saluti

  24. Giovanna 1 anno ago

    Salve sono una mamma con un figlio di20 anni con la tiroide scoperta a 14 anni è un anno che non prende più la sua pillola perché convinto che una pillola a base di ormoni fa bene alla tiroide ma causa altri disturbi gli ho fatto fare gli esami i valori tsh6514 io non so più convincerlo per riprendere la sua pastiglia rischia? Cosa devo fare?

    • Author
      Esamievalori 1 anno ago

      Salve, i valori di TSH riportati sono elevatissimi, forse manca una virgola. Cerchi di convincere il figlio mi raccomando, eventualmente facendolo parlare con altri medici. Cordiali saluti

  25. ELENA DI MICELI 1 anno ago

    il vostro sito è molto interessante
    e anche molto chiaro da capire
    grazie

  26. daniela 2 anni ago

    buongiorno, sono diabetica isulinodipendente dall’eta’ di anni 7,ora ne ho 52. da qualche anno mi e’ venuta la vitiligine alle mani e in alcune parti del viso, ma gli esami del tsh erano sempre a posto, gli ultimi oltre che ad un’emogobina glicata di 10, che e’ orribile, mostrano dei valori della tiroide spaventosi:
    S-Ft4 a 11,2
    S- RTSH a 7,494
    S- Tpo Ab anti Tireoperossidasi >1300
    il medico dice che ho un’infiammazione in circolo che potrebbe portare problemi al cuore
    un altro che devo fare una visita endocrinologica e una eco alla tiroide x sospetti noduli e che problemi alla tiroide spesso si associano alla vitiligine, x via del sistema immunitario che fa pena……
    insomma , nessuno sa dirmi bene cosa ho….. potete darmi info in merito? grazie 1000. Daniela

    • daniela 2 anni ago

      ps i sintomi dell’ipotiroidismo li ho quasi tutti…… ma da sempre anche quando avevo il tsh normale. Daniela

    • admin 2 anni ago

      Gentile Daniela, senza dubbio questi esami indicano un quadro di sofferenza tiroidea, con anticorpi anti tireoperossidasi francamente positivi, il che suggerisce (ma ovviamente è solo un’ipotesi e come tale va presa) un quadro di ipertiroidismo in corso di tiroidite in fase iniziale (tiroidite di Hashimoto?). Il tutto potrebbe inquadrasi in una sindrome polighiandolare autoimmune di tipo 3 (PGA), che è una sindrome nella quale un processo infiammatorio legato alla presenza di auto-immunità interessa organi diversi. Faccia affidamento a quello che le dirà l’endocrinologo e mi raccomando controlli bene il diabete

  27. Antinea Anna Aiazzi 2 anni ago

    salve ho effettuto gli esami del sangue per il controllo della tiroide ho il TSH a 4.808 cosa significa??grazie

    • admin 2 anni ago

      Salve, dall’esame che lei descrive si evince un TSH appena sopra il limite alto di norma. Ft3 e fT4?

  28. Iamina 2 anni ago

    Buonasera io ho sempre avuto il tsh un po sopra il limite massimo e per questo prendevo eutirox da 25,ho continuato cosi per tutta la gravidanza….fino alla 38esima settimana di gestazione dove il livello era salito e mi hanno aumentato la dose a 50. Ho continuato cosi fino a 50 giorni dopo il parto che facendo gli esami il tsh e sceso a 0.02sono tornata a 25 di eutirox rifatto tsh avevo 0.03…..da li sospeso rifatto il tsh dopo un mese ce l’avevo a 12.3…..cosa mi sta succedendo? Tsh con questi sbalzi e normale?

    • admin 2 anni ago

      In gravidanza come lei sa c’è bisogno di aumentare leggermente la terapia con levotiroxina (nel suo caso Eutirox) e di tenere il TSH a livelli “normali-bassi” cioè normali ma verso la parte bassa dell’intervallo di normalità (per capirci tra 1,5 e 0,5 mIU/L). Probabilmente dopo la gravidanza è tonrata al suo fabbisogno normale e quindi i 50 µg di Eutirox erano troppo. Passando a 25 e poi sospendendo il TSH è salito di nuovo a valori sopra la norma. Piuttosto ha eseguito delle indagini per capire come mai ha bisogno della terapia con Levotiroxina?

      • Iamina 2 anni ago

        Buongiorno questa settimana ho la visita dall’endocrinologo e spero mi dia delle risposte……dopo avermela sospesa e che il valore era ritornato ad alzarsi sono tornata a prendere dose 50, ora rifatto esami e il tsh e a 7.8……

        • admin 2 anni ago

          Bene il TSH sta tornando verso valori più consoni. L’endocrinologo le dirà quale dose di Eutirox è indicata.

        • Iamina 2 anni ago

          Appena faro visita le faro’ sapere….grazie. per avermi risposto!!! Buona giornata

  29. Francy 2 anni ago

    Tsh alto >4
    t3 t4 nella norma

    Queste sono le condizioni quali sono le conseguenze in questo caso

    • admin 2 anni ago

      Dai valori che lei riporta il TSH alto si colloca in un quadro di ipotiroidismo subclinico (se lei non lamenta sintomi): la tiroide produce un pò meno ormoni del solito, l’ipofisi risponde con aumentati livelli di TSH che riportano gli ormoni tiroidei alla normalità. C’è quindi una tiroide un pò “pigra”.. questo spesso è collegato a fasi iniziali di tiroiditi autoimmuni, virali, o legato all’effetto secondario di farmaci. Spesso questo grado si mantiene stabile (3/4 dei casi a dieci anni di distanza), a volte addirittura regredisce, altre volte diventa ipotiroidismo conclamato (con sintomi). Il tutto va approfondito con autoanticorpi, ecografia della tiroide e valutazione specialistica se possibile.. in ogni caso si rivolga al medico curante.

  30. Vincenzo 2 anni ago

    Buonasera
    Ho 50 anni
    14 anni fa sono stato sottoposto a una tiroidectomia totale
    da allora sono in cura con Eutirox da 175
    Gli ultimi esami eseguiti mi preoccupano un pochino
    ESITO VALORI DI RIFERIMENTO
    TSH 69 DA 0,350 A 5,500
    COSA MI SUCCEDE?

    • admin 2 anni ago

      Buongiorno, è un TSH alto, la tiroxina libera (fT4) com’è? l’ha fatto vedere al suo medico?

    • ELENA DI MICELI 1 anno ago

      buongiorno sono Elena ho 52 anni e da quando avevo 23 anni che ho la tiroide sul gozzo che è stato analizzato con agoaspirato ed è risultato un nodulo di struma. Oggi ho ricevuto l’esito del TSH è il risultato è2.087 ormone tireostimlante e la tiroxina libera è0.84 vorrei sapere se è tutto a posto e se sono un soggetto iper o ipo. sono sempre stanca, sonno, irritabile, nervosa etc,etc, cosa posso fare? Grazie Elena

      • Author
        Esamievalori 1 anno ago

        Dagli esami che lei riporta, il TSH è normale e la tiroxina libera ai valori bassi di normalità. Non sembra questo il motivo del suo nervosismo e irritabilità. In ogni caso, faccia sempre riferimento al medico curante e/o all’endocrinologo che la segue. Cordiali saluti.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Contattaci

Contattaci e poni la tua domanda

Sending

Esamievalori.com 2017. 

Log in with your credentials

Forgot your details?