SINTOMI DI ANEMIA PERNICIOSA

SINTOMI DI ANEMIA PERNICIOSA
4 (80%) 17 votes

L’anemia perniciosa è una malattia causata da un ridotto assorbimento di vitamina B12 (cianocobalamina). I principali sintomi dell’anemia perniciosa sono sia sintomi legati alla presenza di anemia megaloblastica (stanchezza, affaticabilità, confusione), sia dalla carenza di vitamina B12 che dà sintomi neurologici (perdita di forza e sensibilità fino a atassia e demenza paranoide) e sintomi gastrointestinali (glossite, dolore addominale, disturbi della digestione).

L’anemia perniciosa è una malattia causata da un ridotto assorbimento di vitamina B12 (cianocobalamina). La vitamina B12 è fondamentale per il corretto processo di maturazione dei globuli rossi (eritrociti) e viene assunta attraverso la dieta​  alimentare.

Il termine anemia significa che nel sangue vi è una carenza di globuli rossi (eritrociti o emazie), oppure che, pur con un numero di eritrociti normale, la quantità di emoglobina è inferiore alla norma.

Dire anemia o emoglobina bassa assume quindi un significato analogo.

L’anemia perniciosa è detta anche anemia megaloblastica o anemia macrocitica in quanto i globuli rossi (eritrociti) sono di dimensioni maggiori rispetto alla norma. La misura del volume degli eritrociti è data dal parametro MCV o mean corpuscolar volume (volume corpuscolare medio). L’anemia perniciosa sarà quindi caratterizzata da emoglobina bassa e MCV alto.

La presenza di globuli rossi grandi è legata  alla carenza di vitamina B12.  L’anemia perniciosa infatti è caratterizzata dalla assenza di un particolare fattore chiamato fattore intrinseco che è indispensabile per assorbire la vitamina B12 a livello gastrico.

Nell’anemia perniciosa il nostro stomaco è attaccato da un processo autoimmune, cioè un processo immunitario causato dal nostro stesso organismo: la mucosa gastrica in particolare nella sua componente ghiandolare viene danneggiata e si atrofizza. La mancanza di fattore intrinseco è proprio legata all’atrofia della mucosa gastrica ghiandolare, che produce anche meno acido cloridrico.

Gli eritrociti immaturi sono detti megaloblasti e sono distrutti maggiormente e più precocemente rispetto ai globuli rossi normali (causando tra le altre cose un aumento della bilirubina indiretta nel sangue).

Segui la pagina ufficiale di Esami e Valori!
Se non l’hai ancora fatto, registrati su Google+ e fai clic su “Segui”.

Vitamina B12 e anemia perniciosa

La vitamina B12 è presente soprattutto negli alimenti a base di carne, e nel nostro organismo si concentra a livello del fegato (a livello epatico), dove viene immagazzinata in scorte di pochi mg che possono però garantire la copertura del nostro fabbisogno corporeo per lunghi periodi di tempo (fino a cinque anni).

La vitamina B12 viene assorbita nella parte inferiore dell’intestino tenue, che si chiama ileo.  Non a caso, l’asportazione ileale parziale o totale porta un considerevole rischio di sviluppare anemia macrocitica.

A livello gastrico, in presenza di sufficienti quantità di succhi gastrici acidi (acido cloridrico), la cianocobalamina presente negli alimenti viene legata ad una proteina presente nella saliva, il polipeptide salivare R. Così legato, una volta raggiunta la porzione duodenale questo complesso viene sciolto enzimi prodotti dal pancreas (proteasi pancreatiche) e la vitamina B12 si lega al fattore intrinseco (fattore di Castle) prodotto dalle cellule parietali gastriche. L’assorbimento finale del compesso vitamina B12-fattore intrinseco avviene come già detto nell’ileo.

Va evidenziato come una ridotta quantità di vitamina B12 (circa 1-2%) può venire assorbita anche senza essere legata al fattore intrinseco, cioè per per diffusione semplice: ecco perchè la terapia dell’anemia perniciosa si basa sulla supplementazione orale di vitamina B12 in dosi consistenti e somministrate  poca distanza una dall’altra.

Anemia perniciosa sintomi

Questo tipo di anemia macrocitica può essere inizialmente asintomatica. Spesso i sintomi neurologici compaiono prima dei sintomi di anemia veri e propri.

Tra sintomi dell’anemia perniciosa ricordiamo i classici sintomi dell’anemia, ovvero:

  • astenia (stanchezza)
  • facile affaticabilità
  • mancanza di fiato dopo sforzi anche piccoli
  • iporessia (perdita dell’appetito)
  • pallore cutaneo (pelle pallida)
  • ittero (pelle gialla)
  • unghie che si spezzano facilmente
  • estremità ipotermiche (mani e piedi freddi)
  • difficoltà di concentrazione
  • perdita di memoria
  • depressione
  • alterazioni dell’equilibrio
  • disturbi del sonno con alterazioni del normale ritmo sonno-veglia
  • senso di (obnubilamento stordimento​)
  • nei casi più gravi angina o ischemia cardiaca da  discrepanza: cioè dolore toracico cardiaco o ischemia cardiaca legate alla bassa quantità di emoglobina presente nel sangue, che quindi non riesce a trasportare abbastanza ossigeno da soddisfare il fabbisogno dei tessuti corporei.

Spesso all’anemia perniciosa si accompagna anche un difetto della sintesi dei megacariociti e di conseguenza delle piastrine: ci potranno essere quindi anche:

  • facilità a sanguinare, con rischio di emorragie spontanee
  • piastrinopenia (trombocitopenia)

A questi si aggiungono i sintomi di anemia megaloblastica legati alla mancanza di vitamina B12. I sintomi di carenza di vitamina B12 sono principalmente sintomi gastrointestinali e sintomi neurologici.

Anemia perniciosa sintomi gastrointestinali

Nelle persone affette da anemia perniciosa, vi sono spesso sintomi a livello gastrointestinale. Tali manifestazioni sono dovute alla degenerazione mielinica a carico delle terminazioni nervose che innervano l’apparato digerente (plesso di Aeurbach, plesso di Meissner e nervi che fanno parte del sistema del ganglio celiaco).

  • glossite: detta glossite di Hunter, un’infiammazione della lingua che risulta arrossata a livello di bordi e punta, pruriginosa o dolente, e più liscia a livello della parte piatta.
  • disgeusia (alterazione nella percezione dei sapori)
  • dolore addominale
  • stipsi
  • episodi diarroici
  • dispepsia (digestione difficoltosa)
  • ipergastrinemia: la gastrina viene prodotta per stimolare la secrezione gastrica di acido cloridrico. Se la produzione è ridotta o assente, per cercare di compensare la gastrina viene prodotta in quantità aumentate
  • ipocloridria (ridotta produzione di acido cloridrico HCl a livello gastrico) o addirittura acloridria (assente produzione di succhi acidi a livello dello stomaco)

Anemia perniciosa sintomi neurologici

  • perdita della sensibilità (in particolare della sensibilità di posizione e di vibrazione degli arti)
  • diminuzione della forza (in genere moderata)
  • perdita dei riflessi osteo-tendinei

Nelle fasi più tardive di anemia perniciosa da carenza di vitamina B12 i sintomi neurologici si fanno più importanti, con comparsa di:

  • spasticità
  • positività del segno di Babinski
  • aggravamento del deficit della sensibilità degli arti inferiori
  • atassia (mancanza di coordinazione muscolare), spesso nella sua variante spastica (atassia spastica)
  • cecità per alcuni colori (in genere blu e giallo)
  • sindrome paranoide (definita anche “pazzia megaloblastica“)

Aiuta a rendere più visibile questo articolo: clicca sul +1!

Tags:
0 Comments

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Contattaci

Contattaci e poni la tua domanda

Sending

Esamievalori.com 2017. 

Log in with your credentials

Forgot your details?